^Back to Top

"Se parli con gli animali essi parleranno con te e vi conoscerete l’uno con gli altri. Se non parli con loro non potrai conoscerli, e ciò che non si conosce fa paura. Quando qualcosa fa paura, l’uomo la distrugge." Capo Dan George

Zooantropologia didattica

 

"Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali."


Immanuel Kant

 
 

Su questo aforisma mi piace pensare sia basata la zooantropologia didattica. Questa disciplina nata negli ultimi anni si propone di insegnare non solo il rispetto per tutte le creature viventi, ma soprattutto, quando possibile, come entrare in relazione con loro attraverso una comunicazione corretta. In tutto ciò l'empatia fa da collante perchè senza la capacità di immedesimarsi in un'altra situazione, in un'altra vita, in un altro pensiero, non è possibile sintonizzarsi con i nostri interlocutori interspecifici più comuni: il cane, il gatto, il criceto, il coniglio ecc.

Queste lezioni si tengono per lo più nelle scuole, nelle associazioni culturali ed ovunque ci sia interesse ad apprendere attraverso la 'visione animale'. Gli argomenti saranno calibrati in base all'età degli ascoltatori e con gli insegnanti e gli organizzatori sarà concordato un programma con gli obiettivi che si intendono raggiungere.

Si sottolinea che questi incontri non prevedono la presenza di animali in aula se non alla fine del ciclo di lezioni e comunque a discrezione dell'operatore che deciderà se ci sono le condizioni per far partecipare qualche animale domestico.