^Back to Top

"Se parli con gli animali essi parleranno con te e vi conoscerete l’uno con gli altri. Se non parli con loro non potrai conoscerli, e ciò che non si conosce fa paura. Quando qualcosa fa paura, l’uomo la distrugge." Capo Dan George

Educazione cinofila

EDUCAZIONE

Quello che intendo io per educazione non è un cane che esegue come un soldatino dei comandi o che sta buono semplicemente perchè non fa nulla. Se volete questo non sono io la persona giusta per voi.

In primo piano c'è sempre la relazione. L'obiettivo del mio lavoro è far emergere il vostro cane e rendere voi proprietari più consapevoli del vostro amico a quattro zampe in senso etologico, rivedendo con voi i suoi bisogni, la sua comunicazione e la sua gestione quotidiana in base al contesto ambientale e familiare.

Tutto ciò si può riassumere in:

APPROCCIO COGNITIVO ZOOANTROPOLOGICO

Che paroloni! Vi spiego subito in maniera breve e semplice cosa si intende.

Tanto per iniziare è un approccio e non un metodo. Un metodo è una serie di azioni che si cerca di applicare un po' a tutti i cani, è un modus operandi. L'approccio invece è una forma mentis, un modello di interpretazione, e il lavoro può essere paragonato a quello di un sarto che deve realizzare un vestito su misura: ogni cane è diverso da un altro e quindi per ogni cane si studierà il percorso più adatto a lui.

Cognitivo significa che si riconosce nel cane una mente, pensieri, quindi il cane è un soggetto in grado di prendere decisioni, giuste o sbagliate che siano, avere desideri esattamente come noi!

Zooantrolopogico infine vuol dire che si da importanza alla relazione con l'animale. La relazione è il punto di partenza sul quale costruire tutto il percorso educativo cercando di evitare forme di antropomorfizzazione.

Quindi seguendo l'approccio CZ, considerando le caratteristiche del vostro cane e in base ai problemi che mi farete presente, predisporrò un progetto pedagogico.

PROGETTO PEDAGOGICO

Un progetto pedagogico è semplicemente un percorso che cane e proprietario devono fare insieme. Ci si pone degli obiettivi e si cerca di raggiungerli. In questo contesto l'educatore cinofilo prende proprio il ruolo di consulente della relazione.

Oltre a diverse attività studiate ad hoc andremo a 'ricalibrare' quella che sarà la gestione quotidiana del cane.